Indagini idrogeologiche e idrologiche

La prima fase di uno studio idrogeologico nasce dalla raccolta di tutti i dati bibliografici pregressi e di tutti gli eventuali dati registrati dagli enti preposti esistenti in una vasta area intorno al sito di interesse.

Questo primo studio a grande scala è seguito dall’acquisizione ed elaborazione dei dati sito-specifici posseduti dal Committente.

La terza fase prevede la raccolta diretta di dati su campo. Le indagini che Kataclima effettua su campo includono:

  • Battute piezometriche;
  • Misura di portata di sorgenti;
  • Misure di portata del deflusso di superficie su canali artificiali ed alvei naturali;
  • Monitoraggio di parametri chimico-fisici su tutti i punti d’acqua;
  • Test con traccianti;
  • Prove di pompaggio e/o immissione di lunga durata e speditive;
  • Prove di portata a gradini;
  • Prove di interferenza tra pozzi;
  • Log di temperatura e conducibilità elettrica;
  • Monitoraggio in continuo dei livelli idrici, conducibilità elettrica e temperatura con data-logger;
  • Analisi chimiche delle acque;
  • Analisi isotopiche delle acque;
  • Analisi granulometrica del materiale costituente l’acquifero;
  • Prove di permeabilità in cella triassiale.

 

I dati così raccolti confluiscono in un sistema informativo geografico (GIS) ed entrano nell’ultima e più importante fase delle indagini: l’elaborazione. Questa avviene attraverso software dedicati, tecniche statistiche, geostatistiche e GIS avanzate.

Particolare cura viene dedicata alla definizione dei parametri idrodinamici e idrodispersivi dell’acquifero: il risultato non consiste nella semplice applicazione di un metodo, ma vengono testati diversi approcci e confrontati criticamente i risultati. Questo approccio, oltre a diminuire l’incertezza insita in ogni misura sperimentale, permette di definirne scientificamente i limiti di incertezza.